Certificato Antipedofilia: insegnanti si, preti e boy scout no.

preti

 

In Italia spesso siamo geniali nel complicare le cose. Poi quando ci si mettono in mezzo le anomalie nostrane, come gli interessi delle gerarchie clericali e para- ecclesiastiche, la fantasia supera la realtà.

Ed è così che se la direttiva europea impone che venga verificata l’assenza di reati riguardanti la pedofilia per  tutti coloro che lavorano con i minori, noi ci guardiamo bene dall’applicare questa norma come si deve, cioè a tutti. 

Oggi il ministro Andrea Orlando ha chiarito: il provvedimento vale solo per i neoassunti e non riguarda il volontariato. 

Vale a dire che tutte le organizzazioni no profit, religiose e non (come i boy scout e i gruppi parrocchiali) e le società sportive dilettantistiche saranno escluse dal provvedimento.

In Italia esiste anche un testo unico in materia di sicurezza sul lavoro che equipara il volontario che presta servizio in un’organizzazione ad un lavoratore ai fini dei parametri di sicurezza da rispettare. Vero è che lo sport e le attività ricreative hanno in massima parte la forma del no-profit e delle ASD, tuttavia il ministero è stato chiaro:

“L’obbligo di tale adempimento – chiariscono da via Arenula –  sorge soltanto ove il soggetto che intenda avvalersi dell’opera di terzi – soggetto che può anche essere individuato in un ente o in un’associazione che svolga attività di volontariato, seppure in forma organizzata e non occasionale e sporadica  – si appresti alla stipula di un obbligo. Non sorge, invece, ove si avvalga di forme di collaborazione che non si strutturino all’interno di un definito rapporto di lavoro” 

Quindi non importa se il soggetto è un ente di volontariato o una società a scopo di lucro, importa solo se stipuli un contratto. Altrimenti il volontario ha di per sè una sorta di bollino blu.

Forse la sicurezza dei minori va a corrente alternata? ci preoccupiamo di loro solo se e come ci conviene, lasciando fuori enti che, a parte quelli sportivi,  sono protagonisti di decine di denunce l’anno? Basta vedere la raccolta di denunce dell’ UAAR per farsi un’idea 

Evidentemente il ministro Andrea Orlando deve far ancora un bel pò di strada per aver peso quanto Bagnasco.

Rosario Coco

Comments

comments