“Bellezza è autencità”: dietro le quinte di Mr Gay World 2014 per raccontare la scelta italiana.

10520755_344154679076421_7039662996679614558_nPer chi non lo sapesse ancora, quest’anno l’Italia, nella città di Roma, ospiterà il concorso internazionale Mr Gay World, oggi alla sua sesta edizione, volto alla ricerca di un personaggio simbolo della visibilità LGBT nel mondo. L’Italia presenta un candidato molto particolare, Nicola la Triglia, che ha deciso di portare un bel messaggio di rottura ad un concorso troppo spesso snobbato come competizione meramente di “bellezza”: “beauty is autenticity”, la bellezza è autenticità.Per capire come è nata questa iniziativa, che sta facendo discutere non poco, abbiamo intervistato Giulio Spatola, il siciliano vincitore nel 2010 di Mr Gay Italia, successivamente eletto Mr Gay Europe nel 2011 ed infine passato al ruolo di Vice President del medesimo concorso. Questa edizione, corona certamente i tanti anni di attivismo di Spatola nel panorama LGBT italiano. Vediamo perchè.

“Aver vinto il concorso europeo mi ha dato la possibilità di fungere da bridge, da ponte di connessione, tra gli ideatori dei concorsi internazionali e la nostra nazione. Mr Gay World a Roma è la ciliegina sulla torta di un percorso di visibilità iniziato quattro anni fa e che oggi, con orgoglio e soddisfazione, porto a conclusione”

Afferma Spatola che, intanto, ha abbandonato il ruolo di Vice President per dedicarsi alla situazione italiana. E’ noto, infatti, che Mr Gay Italia 2013, Giovanni Licchello, abbia pubblicamente dichiarato che non avrebbe partecipato alla kermesse mondiale né tanto meno a quella europea, svoltasi in Austria lo scorso giugno

“Negli ultimi due anni l’Italia si è assentata da entrambi i concorsi perdendo così un’importante occasione di scambio e confronto sulle questioni LGBT tra le nazioni partecipanti. Un’ennesima assenza, proprio nell’anno in cui è la nostra nazione a fare da padrona di casa, sarebbe stata una macchia di rilievo internazionale su tutto l’evento. E’ per questo motivo che ho deciso di prendermi carico della questione assumendo il ruolo temporaneo di Italian Producer. Ho quindi acquisito dal Managing Director di MGW la licenza necessaria per eleggere un delegato italiano da presentare al concorso e, avendo a disposizione solo una decina di giorni prima della chiusura delle iscrizioni, non ho potuto indire una nuova selezione nazionale. Ho invece contattato i ragazzi del Gruppo Giovani del Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli e ho offerto loro la possibilità di salire sul palco come rappresentante italiano. Nicola La Triglia ed il suo messaggio rivoluzionario Bellezza è Autenticità sono il frutto di questa operazione “fuori dall’ordinario”.

Mr Gay World si svolgerà tra il 24 ed il 31 agosto al Gay Village di Roma e vedrà 32 nazioni, Italia compresa, competere per il titolo di rappresentante mondiale della comunità LGBT.

 “Che sia una sfilata di carri, un concerto, un programma televisivo o un concorso di bellezza, l’importante è che si parli di noi, della nostra esistenza e diversità, affinché tutti sappiano. Perciò, a tutti coloro che in questi anni mi hanno chiesto “Perché mai fare Mr Gay?” io dico “Perché Mr Gay non è solo un titolo, è una dichiarazione.””

PAGINA FACEBOOK DI NICOLA LA TRIGLIA

La redazione

Comments

comments