Log In

Arte e Spettacolo Cultura e Media

“Il caso Braibanti” al Teatro Dei Conciatori di Roma

Pin it
Il caso Braibanti

Mauro Conte e Fabio Bussotti

Torna in scena al Teatro Dei Conciatori di Roma, da domani e fino a Domenica 25 Gennaio, Il caso Braibanti di Massimiliano Palmese.

Lo spettacolo ricorda uno dei più clamorosi scandali giudiziari della storia italiana del Novecento che vide Aldo Braibanti, ex partigiano, ex militante del PCI e mirmecologo (studioso della vita  delle formiche), processato per plagio (sottoporre una persona  al proprio potere, in modo da ridurla in totale stato di soggezione) un reato del codice Rocco d’epoca fascista,  perché conviveva in una pensione di Roma  col ventitreenne Giovanni Sanfratello – che aveva conosciuto quattro anni prima, quando per la legge italiana era ancora minorenne – col quale aveva una relazione amorosa.
Braibanti viene condannato, nel 1968, a 9 anni di carcere in primo grado mentre Giovanni, condotto in un manicomio, è  sottoposto a elettroshock e a coma insulinici per curarlo dall’omosessualità.

Di questi fatti criminali (Sanfratello, che era pittore, in seguito agli elettrochoc perderà la capacità di dipingere) lo spettacolo racconta tramite la testimonianza diretta dei due protagonisti, interpretati da Fabio Bussotti e Mauro Conte, che danno vita a tutti i personaggi evocati nella piéce.

Lo spettacolo parte dal privato di Braibanti – la sua vita, le emozioni sue (comprese le lettere che scrive alla madre) e di Giovanni – aggiungendo, man mano che procede, considerazioni politiche e sociali su un processo di destra, individuabile nella famiglia di Sanfratello, nei giudici che hanno celebrato il processo e negli psichiatri che hanno ricoverato Giovanni, tutti di quell’area politica.
Un processo contro l’omosessualità, mentre la stampa contribuiva a fare di Braibanti un corruttore e il PCI voltava lo sguardo altrove…

Solo alcuni intellettuali presero le sue difese tra i quali Elsa Morante Umberto Eco, Pier Paolo Pasolini e Alberto Moravia ma nemmeno il loro intevento gli eviteranno i nove anni di carcere della sentenza di primo grado.

Quel che rimangono più impresso però di questa vicenda vergognosa, più dell’arbitrio di  processare un uomo perché ama un ragazzo, più dell’arbitrio di una legge poi dichiarata incostituzionale, più dei nove anni di carcere della sentenza di primo grado, più dell’orrore degli elettroshock per curare Giovanni,  a colpire è l’interruzione della loro storia d’amore, la triste disperazione di due persone innamorate che non si sono potute frequentare più per intervento dello Stato.

Braibanti è morto nell’aprile del 2014 in gravi condizioni economiche senza alcun risarcimento morale.

Invitiamo i nostri lettori e le nostre lettrici di Roma a non mancare lo spettacolo e a sostenerne le repliche con una presenza massiccia e partecipata.

Il Caso Braibanti
di Massimiliano Palmese

Regia: Giuseppe Marini
Con Fabio Bussotti e Mauro Conte

Musiche: Mauro Verrone
Eseguite Live da: Stefano Russo

TEATRO DEI CONCIATORI – Via dei conciatori, 5 – 00154 ROMA
Tel. 06.45448982 – 06.45470031 – info@teatrodeiconciatori.it

BIGLIETTI

Intero € 18,00 – Ridotto € 13,00   – Ridotto € 10,00 + tessera obbligatoria di 2 €

ORARIO SPETTACOLI: dal martedì al sabato ore 21,00 domenica ore 18,00

Comments

comments

Tagged under:

Log In or Create an account

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: